Una città provenzale che si arrampica sul pendio rigido delle Colline du Castéou, Hyères è quasi tutto ciò che si desidera.

Per il divertimento estivo come gli sport acquatici e il relax al mare, ci sono paradisiache spiagge sabbiose e condizioni ineguagliabili per la vela e le immersioni.

Per la cultura c'è una bella città vecchia che si snoda sulla collina, mentre Hyères è stata anche la musa di molti artisti.

Picasso, Giacometti e Jean Cocteau passarono tutti del tempo a Villa Noaille in un posatoio sopra la città.

E non abbiamo nemmeno menzionato la penisola di Giens e le sensazionali isole di Hyères, meraviglie naturali che semplicemente non devono mancare.

Consente di esplorare le migliori cose da fare a Hyères :

1. Città vecchia

Fonte: flickr

Città vecchia

Nella loro corsa per raggiungere le spiagge e le isole, molte persone si affacciano sul centro storico della città, che è un errore perché è un sogno da raccontare.

Questo è libro illustrato Provenza, con bouganville, persiane in legno, mercatini e terrazze ristorante.

L'atmosfera da villaggio e la mancanza di macchine hanno molto a che fare con la pendenza del terreno, che dà origine a strade scure e curve che abbracciano i contorni della collina.

Questi sono attraversati dalla Rue Portalet che alimenta la collina e ti porta a Place Massillon.

Qui le terrazze dei ristoranti sono circondate dalle pareti color ocra dei vecchi condomini e da una cappella fortificata costruita dai Cavalieri Templari.

2. Isole di Hyères

Fonte: flickr

Isole di Hyères

Scendi al terminal dei traghetti a Giens e puoi imbarcarti in un'isola che salta verso il meraviglioso arcipelago sud e est di questa penisola.

Queste isole hanno avuto una strana marmaglia di abitanti, dalla nobiltà e dai monaci ai soldati e ai pirati.

Il più grande è Porquerolles a sette per tre chilometri e una delizia per arrampicarsi a piedi.

C'è una profonda pineta, colline, scogliere a sud e attraenti spiagge nel nord.

Più a est si trova il robusto e tranquillo Port-Cros, che è stato donato allo stato negli anni '60 ed è un parco nazionale e riserva di uccelli.

Ultimo di tutti è Le Levant, che è l'isola più remota ed è condivisa da naturisti e militari francesi.

Attrezzatura da viaggio suggerita :
  • Il miglior bagaglio per i viaggiatori
  • Fotocamera da viaggio
  • Suggerimento : cuscino da viaggio
  • Zaini
  • Libri di viaggio

3. Château d'Hyères

Fonte: flickr

Château d'Hyères

I quartieri più antichi di Hyères si trovano sulle pendici delle Colline du Castéou, che si innalzano bruscamente e si innalzano a quasi 200 metri.

Nella parte superiore si trovano le rovine spettrali del castello medievale della città, che risale intorno al Mille.

I signori di Fos e Conti provenivano da questa fortezza, e nel 16 ° secolo fu visitata dai reali francesi: Francesco I rimase nel 1530 e Carlo IX lo seguì nel 1564. Il castello è in rovina dal periodo delle guerre di religione francesi, dopo un assedio di Enrico IV che durò cinque lunghi mesi.

Inutile dire che i paesaggi di quassù ti toglieranno il fiato e ci sono piattaforme speciali da cui puoi ammirare le boscose colline di Maurettes a nord.

4. Plage de l'Almanarre

Fonte: hyeres

Plage de l'Almanarre

Facilmente una delle migliori spiagge della Francia, la Plage de l'Almanarre occupa cinque chilometri sul lato ovest della penisola di Giens.

La spiaggia ha sabbia soffice e chiara da acque poco profonde ed è paradisiaca in estate.

Nei giorni in cui il maestrale soffia tra l'inizio dell'inverno e la primavera, la balneazione è fuori programma.

Invece il mare ha delle spettacolari nuvole bianche e è punteggiato dalle vele di yacht e windsurfisti.

Le cose tendono ad essere molto più tranquille da giugno a settembre anche se, quando sarai protetto dal vento orientale di Levante, potrai passeggiare e trovare un posto deserto tutto tuo.

5. Villa Noailles

Fonte: flickr

Villa Noailles

Un'opera pionieristica di architettura modernista, Villa Noaille è stata redatta negli anni '20 da Robert Mallet-Stevens per i ricchi mecenati d'arte Charles e Mary-Laure de Noailles.

La coppia ha commissionato dipinti e finanziato tutti i tipi di progetti, così tante stelle del mondo artistico del XX secolo, come Jean Cocteau, Pablo Picasso e Man Ray, hanno attraversato queste porte.

Con i suoi destri angoli retti e muri di cemento ha causato un po 'di confusione quando è stato costruito.

La villa ha un ambiente meraviglioso, vicino al punto più alto della città, e con panorami di vasta portata.

Vedere il Giardino Cubista composto da Gabriel Guevrekian e prendere una mostra o uno dei numerosi eventi di design annuali come il Festival della moda e della fotografia a luglio.

6. Antica Olbia

Fonte: hyeres-tourism

Olbia antica

Nel 4 ° secolo aC i coloni greci di Focea fondarono questo antico insediamento proprio vicino alla cima della Plage de l'Almanarre.

Olbia sarebbe stata un avamposto commerciale e difensivo per la colonia più grande nell'attuale Marsiglia.

Puoi venire a studiare il sito archeologico da solo o presentarti per una visita guidata e conoscere tutte le diverse civiltà che hanno messo radici in questo appezzamento di terra.

Qui gli archeologi hanno fatto scoperte elettrizzanti su come i Focesi hanno organizzato le loro città e avrete una visione delle fortificazioni, delle abitazioni, dei pozzi, dei santuari religiosi e persino delle infrastrutture fognarie.

7. Giens

Fonte: panoramio

Giens

La penisola di Giens è il punto più meridionale di Provece, così a sud ha la stessa latitudine del nord della Corsica.

In fondo, Giens aveva colline ricoperte di pini, ed era collegata alla terraferma da lunghi spiedi sabbiosi paralleli su entrambi i lati di una grande distesa di stagni e paludi salate.

Queste zone umide sono un santuario vitale per la vita degli uccelli e punto di sosta per una miriade di specie migratorie.

Sul lato ovest la spiaggia è sublime e ci arriveremo un po 'più tardi.

Per le escursioni c'è un sentiero che circonda la costa che si snoda lungo spiagge deserte, affioramenti rocciosi e insenature e con viste indimenticabili sulle isolette sparse al largo.

Dal lato ovest puoi vedere i traghetti e le navi militari come punti bianchi nell'enorme rada di Tolone.

8. Parc Saint-Bernard

Fonte: flickr

Parc Saint-Bernard

In una città che ha costruito la sua fortuna nelle piantagioni di palme sarebbe un peccato non chiamare in un paio di giardini sublimi di Hyères.

Sulle pendici sotto Villa Noaille, il Parc Saint-Bernard è stato anche il lavoro di Robert Mallet-Stevens e ha scalinate taglienti che ti portano su terrazze di pietra.

Questi sono coltivati ​​con fragranti varietà mediterranee come lavanda, mirto e rosmarino, oltre a una miriade di specie esotiche come l'acacia, la begonia e la tromba d'angelo.

Essere qui in primavera, quando molti dei giardini sono in fiore e indugiare sulla vista dei tetti in terracotta di Hyères e sull'azzurro Mediterraneo.

9. Tour des Templiers

Fonte: hyeres-tourism

Tour des Templiers

On Place Massillon è una torre dall'aspetto militare che apparteneva a una commandry dei Cavalieri Templari.

Così ai suoi tempi qui ci sarebbero stati un granaio, una cantina, un mulino e una fornace, così come questa torre, che è l'unica caratteristica sopravvissuta e risale al 1100.

All'interno ci sono due cappelle su piani diversi sotto un tetto a terrazza.

Dopo che l'ordine dei Cavalieri Templari fu soppresso, la torre fu alla fine acquistata dalla città.

In questi giorni è un piccolo spazio per mostre d'arte temporanee e si può salire le scale scure e strette per una vista eccezionale della città vecchia di Hyères e della costa.

10. Parc Olbius-Riquier

Fonte: hyeres-tourisme

Parc Olbius-Riquier

La terra per questo ampio parco fu lasciata in eredità alla città nel 1868, e pochi anni dopo fu scelta per aiutare a studiare e coltivare specie tropicali in grado di crescere sul suolo francese.

Così il parco è diventato un ramo del Jardin d'Acclimatation a Parigi e l'eredità di questo periodo è ovunque tu guardi: ci sono 2.000 specie di alberi e cactus provenienti da tutto il mondo, e anche un esperto botanico avrà difficoltà a nominare tutti la specie peculiare qui.

Il parco andrà anche bene con i bambini per il suo zoo con cervi, capre, scimmie e pappagalli.

11. Plage de la Bergerie

Fonte: hyeres-tourisme

Plage de la Bergerie

La costa orientale della penisola di Giens è la parte più abitata, con piccole comunità di vacanze e campeggi.

E dal momento che c'è un po 'più di vita da questa parte, le strutture sono migliori di quelle della spiaggia di Almanarre.

Quindi per le persone in vacanza con i giovani o in vena di un po 'di divertimento a base d'acqua, la Plage de la Bergerie potrebbe essere la strada da percorrere.

Come L'Almanarre è lungo, curvando per quattro chilometri, ma a differenza del suo vicino è riparato dal maestrale, che può essere una seccatura sul lato est.

E mentre ti siedi, avrai le Isole di Hyères per incontrare il tuo sguardo.

12. Sport acquatici

Fonte: hyeres-tourism

Sport acquatici

Qualunque cosa faccia galleggiare la tua barca, che si tratti di jet-ski, wakeboard, windsurf, canoa, kitesurf o vela, lo troverai a Hyères.

Se sei esperto, la primavera e l'autunno sono un momento emozionante, anche se a volte rischioso, di essere fuori sulle onde, quando questo è il momento in cui il vento di Maestrale da nord-ovest è a piena forza.

Se non ti piacciono quelle quote puoi vedere l'azione dalla terraferma, dato che Hyères è stato nel circuito ISAF Sailing World Cup ogni anno da quando è stato fondato nel 2008. La gara di solito si svolge verso l'ultimo fine settimana di aprile ed è solo uno dei sette principali eventi e regate veliche svolti in queste acque.

13. Immersione

Fonte: cardelmar

immersione

I centri di immersione sono a dieci centesimi a Hyères e la concorrenza è talmente feroce che è difficile sapere quale compagnia scegliere.

Ce ne sono così tanti perché Hyères è lassù con le migliori location subacquee in Europa grazie alla pazza varietà di cose da vedere sotto le onde.

La penisola di Giens ha grotte sottomarine, mentre le acque intorno a Port-Cros si trovano all'interno di un parco naturale e abbondano di fauna selvatica.

Aggiungi al mix enormi drop-off sottomarini, relitti e ne esci con più di 40 diversi siti da verificare.

I subacquei esperti proveranno l'avventura, mentre i principianti non troveranno molti posti migliori al mondo per fare il grande passo per la prima volta.

14. Notre-Dame de Consolazione

Fonte: tpm-agglo

Notre-Dame de Consolazione

Un alto santuario era stato qui fino al 1944, ma la struttura precedente fu distrutta durante la guerra.

Un sostituto moderno è stato costruito nel 1952 ed è famoso per la partecipazione dello scultore d'avanguardia Jean Lambert-Rucki, che è stato membro dell'Unione dei pittori moderni con Robert Mallet-Stevens.

Lambert-Rucki è stato raggiunto dal maestro vetraio Gabriel Loire, che ha realizzato la bellissima finestra meridionale che racconta la storia di Hyères.

Come puoi immaginare ci sono anche magnifici panorami e una scheda informativa indica i punti di riferimento sullo skyline.

15. Côtes de Provence

Fonte: flickr

Provenza Vino rosato

Se ti viene in mente una bevanda quando pensi al vino Provenza Rosé (a parte Pastis!), Dovrebbe essere un vino rosé.

La buona notizia è che ci sono 17 domini da visitare intorno a Hyères.

Due di questi sono addirittura sull'isola di Porquerolles, quindi è possibile fare un salto al Domaine Perzinsky, ad esempio per guardare intorno al vigneto e alla cantina e degustare le loro mercanzie.

La maggior parte di queste proprietà sono operazioni di boutique che appartengono alla stessa famiglia da generazioni.

Articolo Successivo >>>